3DItaly a Ragusa, una golosa invenzione

Scritto da The Shaper il .

Novità e notizie a dir poco golose giungono da Ragusa, in Sicilia:
nel pieno dell’incantevole centro storico viene presentato un esempio di modernità e di connubio tra le nuove tecnologie e l’artigianato locale.
Dopo Pescara 3DitALY giunge nel capoluogo siciliano con una novità per l’Italia ovvero una stampante 3D che utilizza cioccolato.

3ditaly Ragusa cioccolato e stampa 3dNon è facile in italia riuscire a trovare la fusione perfetta tra il nuovo e l’antico, tra l’avanzamento tecnologico e la tradizione. 3DitALY però ci sta provando e lo fa in una regione, la Sicilia, che è forse uno dei territori che meglio rappresenta l’attaccamento alla tradizione.

Il team di 3DitALY ha dunque incontrato l’Antica Dolceria Bonajuto, la più antica cioccolateria di Sicilia per creare uno scambio di idee e pareri del tutto ineguagliabili, il che ha portato all'inaugurazione dello Store 3DitALY di Ragusa.
Un terzo partner è stato WASP Project, grande produttore di stampanti 3D che ha modificato il modello PowerWasp per estrudere la cioccolata e creare dunque una stampante a deposizione di strati in grado di utilizzare cioccolata.

Inutile dire che questo goloso esperimento rimane per ora solo un esperimento, ma pare che i risultati siano positivi.
Per una prova del genere è stata utilizzata la pregiata cioccolata di Modica, famosa nel mondo per la delicatezza e la sublime fragranza definita a suo tempo come “L’archetipo del cioccolato” dal celebre Leonardo Sciascia.
Il cioccolato della Dolceria Bonajuto viene prodotto seguendo un’antica tradizione di lavorazione a bassa temperatura derivante da tecniche in uso tra gli aztechi e portata a Modica dagli spagnoli nel XVI secolo.
L’artigianalità del prodotto è rimasta invariata negli anni superando indenne l’industrializzazione. La pasta magra, priva di burro, si è dimostrata perfetta per diventare la materia prima per una stampante 3D.

Una collaborazione naturale dunque è quella tra la tecnologia 3D e la cioccolata di Modica.
A detta dello stesso Francesco Ruta, titolare della Dolceria Bonajuto “L’Antica Dolceria Bonajuto ha raccolto con entusiasmo l’invito a collaborare. Da sempre la nostra convinzione è che il concetto di antico non significhi vecchio ma si tratti invece di un bagaglio di esperienze continuamente in progresso che partendo da punti fermi imprescindibili (rispetto per materie prime e caratteristiche del prodotto) possono sempre essere messe al servizio della sperimentazione. E’ già capitato quando con L’Università dell’Aquila si è riusciti a dimostrare con uno studio pubblicato sull'importantissima rivista scientifica Hypertension che il nostro cioccolato risulta essere uno di quelli che maggiormente rispettando il cacao riesce a mantenere le caratteristiche salutari in esso insite. Credo che tutti siamo d’accordo che si tratti di un’inizio di sperimentazione della quale siamo sicuramente soddisfatti ma che potrà andare avanti con serietà.
E’ veramente emozionante pensare che una delle formulazioni più antiche del cioccolato che arrivò in Italia durante la dominazione spagnola nel XVI secolo, ma le cui caratteristiche sono molto legate alle popolazioni precolombiane, si sia dimostrata per composizione e consistenza una delle più adatte a sperimentazioni innovative nel campo della stampa 3D. Molta attenzione è stata prestata alle temperature di lavorazione che sono una delle caratteristiche più importanti per mantenere la qualità del nostro prodotto.

La Sicilia, troppo spesso tenuta in scarsa considerazione, si arricchisce non solo di un nuovo punto di riferimento per la stampa 3D ma diviene un punto di riferimento per la ricerca tecnologica.

Il procedimento stesso di estrusione della cioccolata è un’incredibile fusione tra il passato e il futuro.
La pasta di cioccolato è infatti fusa a circa 31 gradi e inserita in una siringa da pasticceria, la quale è applicata ad un braccio meccanico mosso da un motore stepper passo-passo che provocando una leggera pressione sulla siringa garantirà una regolare applicazione del cioccolato creando modelli tridimensionali.
3DitALY garantisce, assieme alla Bonajuto, che ciò non è altro che l’inizio, l’obbiettivo è di lanciare nuovi strumenti per reinventare l’arte della pasticceria in un paese, l’Italia, famosa nel mondo per l’arte culinaria sofisticata e che si rielabora continuamente fondendo di continuo una tradizione antica con ingredienti e accostamenti sempre innovativi, che sono nel pieno stile di 3DitALY.

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa. CHIUDI