Duchamp: i suoi scacchi tornano a vivere grazie alla stampa 3D

Scritto da The Shaper il .

L’anno 1918 fu un anno controverso nella storia dell’umanità, famoso per aver segnato la fine della “Grande Guerra” e per il grande fermento politico venuto a seguito.
Fu anche l’anno però durante il quale uno degli scultori più famosi del XX Secolo, Marcel Duchamp, grande appassionato di scacchi, progettò e intagliò a mano un set di scacchi mentre soggiornava a Buenos Aires, in Argentina.

Nel corso della sua lunga vita artistica Duchamp intagliò due set di scacchi. Il secondo, 1943 Pocket Chess Set, è stato nel tempo rilasciato in edizione limitata mente il primo, il set del 1918, è di proprietà di un collezionista privato e non è mai stato visto dal grande pubblico.
Grazie alla stampa 3D però, gli artisti e maker Bryan Cera e Scott Kildall hanno combinato i loro sforzi per ricrearlo utilizzando una foto d’archivio.

Duchamp: scacchi 3D"L’idea non era solamente quella di ricostruire gli oggetti smarriti, ma soprattutto di rendere i file digitali open-source per essere stampati in 3D da chiunque fosse interessato a resuscitare ogni copia", ha scritto Bryan Cera.

Grazie a una serie di algoritmi hanno estrapolato dalla vecchia foto alcuni dettagli importanti ed hanno ottenuto un modello accurato della scacchiera, persino del pezzo più difficile, il “Cavallo”. I prototipi sono poi stati stampati in 3D grazie ad una stampante “Objet 3D”. I files sono poi stati resi disponibili su internet in modo tale che chiunque possa scaricarli.

“Io non sono affatto sicuro che il concetto di Readymade non sia più importante della singola idea realizzata dal mio lavoro” disse Duchamp nel 1960, una frase ripresa da Kildall. “Oggi, in un’epoca di fabbricazione digitale e di open source, il confine tra concetto e oggetto stanno offuscandosi” ha poi aggiunto. L’invito infatti è per tutti i makers che condividano i loro pensieri e contribuiscano a progetti di altri.

Il Chess Sett di Duchamp non doveva originariamente esser prodotto in serie ma oggi, grazie alla stampa 3D e all'archeologia digitale, chiunque può stampare un set di scacchi intagliato da uno dei più influenti artisti del secolo scorso.

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa. CHIUDI