Esoscheletri e armature: come l’esercito americano copia Hollywood attraverso la stampa 3D

Scritto da The Shaper il .

È indubbiamente ambizioso e forse stravagante il progetto statunitense "TALOS".
Il nome, acronimo di “Tactical Assault Operator Luce Suit” , trae probabilmente origine dal mito greco di Talos, il gigante di bronzo posto a guardia di Creta. Certamente tra il progetto americano e il mito greco vi sono alcune affinità.

Taros copia la tuta Iron ManTALOS infatti vuole creare per l’esercito americano delle armature in perfetto stile “Iron Man” per fornire alle truppe una maggior protezione balistica e una tecnologia mai vista in precedenza.

“Gli obiettivi sono generalmente quelli di rendere gli operatori più leggeri ed efficienti sia in termini di protezione balistica che per quanto riguarda una performance umana oltre-ottimale”. Questo è ciò che affermano i membri del TALOS team. “Grazie alle antenne e computer integrati in TALOS aumenterà la consapevolezza della situazione di chi indossa l’armatura, fornendo le informazioni di battaglia in tempo reale in maniera oltremodo User-friendly”.

Questa sorta di nuova veste, che potrebbe cambiare in maniera radicale il modo in cui i militari combattono, viene sviluppata tramite stampa 3D dalla Legacy Effects, ditta specializzata che ha collaborato in passato alla creazione dei pezzi per pellicole Hollywoodiane quali Iron Man, Avatar, Pacific Rim e Real Steel. Altri sviluppatori includono Lockheed Martin, Raytheon e General Dynamics. Alcune opzioni dunque per il futuro equipaggiamento stampato in 3D dei soldati sono state presentate al Pentagono e sarebbero attualmente in fase di test.

“Stiamo cercando di essere rivoluzionari,” ha dichiarato Mike Fieldson, manager del militare del progetto TALOS. Gli ingegneri del settore sono stati invitati al 2014 TALOS Rapid Prototyping. Il piano originale è che la versione finale sia selezionata e messa in produzione entro il 2018.

Secondo il Washington Journal la “tuta Iron Man” di TALOS peserebbe circa 181 kg, impossibile dunque per un soldato essere agile con tale equipaggiamento, servirebbe la produzione di energia a bassa massa dicono alcuni esperti, ma per ora non è una realtà.

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa. CHIUDI