Stampa 3D sulla ISS: i primi test in microgravità

Scritto da The Shaper il .

Le notizie che giungono dalla Stazione Spaziale Internazionale sono molte, in particolare però una di queste riguarda da vicino la stampa 3D.
In seguito ad esser giunta sulla ISS nello scorso settembre, la stampante 3D costruita dalla Made in Space è stata installata dal comandante Barry Wilmore. L'astronauta ha collocato la stampante 3D, delle dimensioni di un microonde, nel Microgravity Science Glovebox a bordo del modulo Destiny della stazione spaziale.

In questo modo gli astronauti a bordo sella ISS potranno condurre esperimenti di fabbricazione 3D in situazione di microgravità e verificare se la precisione è maggiore rispetto agli oggetti costruiti sulla terra.

Stampa 3D nello spazioLa prima fase della stampa in 3D prevede una serie di test di ingegneria, questi saranno rispediti sulla Terra per essere confrontati con campioni di controllo effettuati prima che la stampante 3D fosse inviata sulla ISS. All'epoca dei primi test essa si trovava al NASA Marshall Space Flight Center di Huntsville, Alabama. Grazie a questi nuovi esperimenti verrà colta anche la minima differenza tra la produzione a terra rispetto a quella nello spazio.

"Questo è un giorno molto emozionante per me e il resto della squadra. Abbiamo dovuto vincere molte sfide tecniche per portare la stampante 3D a questo livello", ha asserito Mike Snyder, ingegnere capo di Made in Space. "Tale esperimento è stato una vantaggiosa prima pietra verso la futura capacità di produrre una grande porzione di materiali e attrezzature nello spazio che fino ad ora sono tradizionalmente lanciati in orbita dalla superficie terrestre, ciò cambierà completamente i nostri metodi di esplorazione."

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa. CHIUDI