Stampa 3D nello spazio

Scritto da Lorenzo Lisato il .

Passo dopo passo la stampa 3D viene testata sulla SSI

Uno degli scogli principali nell'esplorazione di un pianeta molto vicino a noi come Marte è quello delle attrezzature. Come si è già detto più volte la stampa 3D potrebbe ovviare a questo problema producendo direttamente nello spazio pezzi di ricambio, attrezzature e componenti, che sarebbero altrimenti necessariamente presenti già al momento della partenza dalla Terra. Un grande passo in avanti per l'esplorazione spaziale.

Prima stampa 3D fatta sulla SSI

Recentemente la NASA ha portato sulla Stazione Spaziale Internazionale una stampante 3D ed è stato prodotto il primo oggetto stampato in orbita. Esso, che è una parte della stampante stessa, rappresenta la dimostrazione che in futuro sarebbe effettivamente possibile portare delle stampanti 3D nelle missioni, guardando più in avanti, forse, verso esplorazioni umane di Marte o asteroidi.

Il componente prodotto in orbita è una piastra per il supporto elettronico di 7,6×3,8×0,6 cm raffigurante sia il logo della startup californiana Made in Space che ha costruito la stampante, che quello della NASA.


Il file contenente le istruzioni con la quale la stampante ha creato la piastra è stato inviato dalla Terra. Questo di fatto permette di “spedire per email le componenti hardware nello spazio anziché lanciarle” ha scritto a fine novembre il project manager della NASA Niki Werkheiser su Space.com. “Non appena avremo stampato più componenti saremo in grado di capire se alcuni degli effetti che stiamo vedendo sono causati dalle condizioni di microgravità o se sono solamente una parte del normale processo di messa a punto per la stampa. Quando porteremo poi queste oggetti sulla Terra, saremo in grado di analizzarli più approfonditamente”.

I primi step per la stampa 3D nello spazio saranno prima di tutto prove da confrontarsi con quelle ottenute a terra precedentemente, ma anche test per capire se le parti realizzate possano realmente essere utilizzate in condizioni estreme come quelle al di fuori dell'atmosfera terrestre.

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa. CHIUDI