Felfil, un estrusore domestico per produrre il filamento da stampa 3D

Scritto da Luca il .

Rilasciato come progetto open ed autoproducibile, Felfil è un estrusore di filamento plastico per uso domestico. Utilizzandolo sarà possibile rigenerare la bobina di materiale per stampare in 3D direttamente a casa. Ideato e prodotto da un team di giovani Maker provenienti dal Politecnico di Torino.

Logo FelfilTorino - Autoprodursi il filamento plastico utilizzato dalle comuni stampanti 3D è attualmente l'obiettivo di molti utenti. Da un lato c’è la volontà di abbattere i costi di stampa, risparmiando sul materiale; dall'altro l'idea di poter sperimentare ancor più profondamente le potenzialità della stampa 3D, compresa quella di riprodurre più oggetti col medesimo materiale riciclato di volta in volta.
Attualmente quindi c'è molta domanda per un prodotto che possa rispondere a queste istanze da parte dei possessori di stampanti 3D.
Un progetto che promette grandi soddisfazioni è Felfil, un estrusore di tipo domestico ideato, progettato e realizzato dal Collettivo Cocomeri, un giovane team di designer torinesi, nato durante il corso di Laurea Magistrale in Ecodesign del Politecnico di Torino, ed attualmente inserito nel percorso TreataBit per startup all'interno dell’Incubatore del Politecnico di Torino.
Sviluppato come open-hardware autoproducibile, tutti i dettagli tecnici e le istruzioni per la sua realizzazione concreta sono accessibili presso il sito web felfil.com, coperti da una licenza creative commons non commerciale. Questa versione fa largo uso di componenti di recupero a basso costo, dal motore da tergicristallo alla trasmissione a catena di derivazione ciclistica, tutti elementi che hanno lo scopo di renderne accessibile la costruzione.
Per coloro i quali non fossero interessati all'autoproduzione e ne volessero uno già pronto all'uso presto sarà pronta una versione di Felfil evoluta e pensata per una piccola produzione in serie. I componenti di recupero saranno sostituiti da elementi standard, mantenendo il prezzo finale il più basso possibile.
Felfil è un piccolo macchinario che prende ispirazione per il suo funzionamento dagli estrusori di tipo industriale. Utilizzandolo sarà possibile ottenere filamento a partire da qualsiasi polimero termoplastico la cui temperatura di fusione non ecceda i 300°c. Questa temperatura viene raggiunta attraverso l'utilizzo di una resistenza a fascia che circonda una camera di fusione in acciaio tornito. All'interno una vite senza fine collegata ad un motore elettrico in grado di sviluppare circa 9 Nm di coppia garantisce una pressione costante del materiale. Materiale, in pellet o granuli, che viene versato in una tramoggia da cui pesca direttamente la vite.
In uscita, la plastica ormai sciolta dalla temperatura, passa attraverso un ugello accuratamente dimensionato. L'ugello in ottone tornito permette un minor attrito, inoltre una retina evita che porzioni di materiale ancora solido interferiscano con una corretta estrusione. Particolarità di questo ugello è poi il fatto di essere stato studiato e sagomato per dissipare parte del calore proveniente dalla camera. L'abbassamento della temperatura, nel tratto finale d'estrusione, permette maggiore costanza nell'ottenimento del filamento; il quale, in base all'ugello scelto potrà essere da 1,75mm o 3mm di diametro.
Il controllo della temperatura è ottenuto da un sistema PID liberamente controllabile dall'utente. E' inoltre in fase di sviluppo una versione che sfrutti le capacità di Arduino come regolatore di temperatura.
La struttura portante di camera-ugello-vite è in alluminio piegato, in grado di garantire ottimi risultati strutturali ad un costo contenuto.
La scelta strategica è infatti quella di garantire un prodotto di qualità, dal punto di vista tecnico, ad un prezzo competitivo, rinunciando a quei componenti superflui che non migliorano concretamente l'esperienza dell'utente.

Press Kit: https://drive.google.com/folderview?id=0BwVZVXCVuUtrcVhYMGZtVUZ0N2M&usp=sharing
Contatti: Collettivo Cocomeri
Sito web Felfil: felfil.com
Sito web Collettivo Cocomeri: collettivococomeri.com/
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa. CHIUDI