LumiFold, la nuova stampante 3D maneggevole e sensibile alla luce.

Scritto da The Shaper il .

Descrizione della nuova stampante a basso costo LumiFold; ideale per chi si accosta per la prima volta alla stampa 3D.

Lumifold

L’avanzamento tecnologico porta ovunque la garanzia dell’utilità e della versatilità sempre maggiore delle stampanti 3D.
Esse stanno divenendo sempre più di ingombro ridotto, semplici da usare e a basso costo.
Un pratico esempio di questa tecnologia in continua evoluzione è la LumiFold, prima tra tutte ad essere una stampante 3D portatile a resina fotosensibile.

 

Stampante 3D LumifoldÈ molto compatta e maneggevole perché ripiegabile; le misure sono di 25 x 12 x 3 cm quando è richiusa, garantendo un’ottima mobilità.

Essa può raggiungere un’area stampabile che arriva a 90 x 90 x 80 mm.

La LumiFold può usare qualsiasi proiettore, del quale si può verificare la compatibilità grazie al sensore UV integrato; permette inoltre di utilizzare svariati tipi di resina ed è di facile installazione e utilizzo, adatta a chi si accosta per la prima volta alla stampa in 3D dato il basso costo della stampante e delle mini dotazioni di resina.

Per chi invece avesse bisogno di una stampante per differenti usi, per esempio per un uso ortodontico, può riprodurre velocemente calchi e stampe con un ingombro minimo. In un prossimo futuro potranno esser lanciati componenti modulari che ne espanderanno ulteriormente la funzionalità dando possibilità di interfacciamento con Ipad e Mac e dandole la possibilità di effettuare scansioni laser.

Il display volumetrico che è possibile affiancare alla stampante, chiamato HoloDock, sfrutta il medesimo proiettore per creare un ologramma in 3D dello stato di avanzamento della stampa. Esso potrebbe addirittura esser presto integrato alla stampante stessa.

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa. CHIUDI