Roma 2013: il futuro è approdato in Europa.

Scritto da The Shaper il .

Maker Faire Rome 2013: novità, progetti, idee. Dalle stampanti 3D, alla piattaforma Arduino, alla casa ecosostenibile.

 

Maker Faire di Roma

 

L’Evento “Maker Faire Rome 2013” è stato un evento unico a livello europeo ed ha avuto luogo nel Palazzo dei Congressi di Roma.
Si tratta della prima edizione europea del Maker Faire, un movimento che. partito dagli Stati Uniti nel 2005, punta a  radunare chi intende inventare e condividere le proprie idee, opinioni e invenzioni.

Per tre giorni, nella prima settimana di ottobre, l’evento ha esposto novità riguardanti molteplici tecnologie tra le quali, non solo presenti ma addirittura protagoniste, spiccano le stampanti 3D.
Si è trattata di una fiera in cui in molti hanno potuto cogliere l’occasione per mostrare i propri progetti, confrontarli e mettersi in discussione, sempre all’interno della comunità globale online che favorisce l’autoproduzione grazie alle nuove forme di tecnologia a bassissimo costo.

Dale DoughertyDurante la fiera sono intervenute molteplici personalità accostate al movimento dei Makers per spiegare in quale modo, grazie all’autoproduzione, si possa modificare il mercato globale.
Tra gli interventi anche quello di Dale Dougherty, uno dei fondatori e sostenitori del movimento, proclamandosi totalmente soddisfatto della prima edizione europea della manifestazione, nello splendido panorama della Città Eterna.
Egli ha inoltre spronato tutti i maker a proseguire, innovare e confrontarsi sulla base di un’idea riassumibile nel motto: “Do it yourself”.

 

Tra le tante invenzioni presentate al Palazzo dei Congressi durante la fiera organizzata dalla Camera di Commercio in collaborazione con la rivista Make, che si propone come portavoce del movimento dell’autoproduzione, troviamo molte novità Made in Italy come Arduino, uno dei quali creatori Massimo Banzi è anche promotore della fiera.

ArduinoArduino è la scheda elettronica open source che rende pratica e molto veloce la creazione di piccoli dispositivi mediante l’utilizzo di un linguaggio di programmazione facile da imparare.
Chiunque può clonare o migliorare la scheda secondo i parametri più disparati e indubbiamente questo fa di essa un elemento chiave per l’evoluzione continua dell’elettronica di bassa scala.

È stato poi durante il primo giorno dell’evento che è stata annunciata la collaborazione tra Arduino e il colosso Intel con il lancio sul mercato per fine novembre della scheda denominata Galileo, una collaborazione che, grazie all’utilizzo dell’Atom Quark prodotto dalla Intel, possiede altissime potenzialità di sviluppo.

Molte altre sono le invenzioni decisamente futuristiche e open source presentate a Roma:
vanno dalle più ingegnose e ecosostenibili come la prima abitazione completamente autonoma dal punto di vista energetico e l’automobile smontabile, alle altrettanto ingegnose creazioni molto sofisticate e stravaganti quali gli occhiali digitali in grado di registrare ogni cosa vista, la cyclette che segue i percorsi di Google Street View e gli abiti dotati di led che possono cambiar colore grazie allo smartphone.

Stampante 3D

Grande spazio hanno avuto le Stampanti 3D, le quali sono ormai in grado di funzionare impiegando una vastissima gamma di materie, non solo resine plastiche ma anche ceramica, materiali di scarto o addirittura la Nutella.

Sono davvero tanti i modelli di stampanti 3D presentati alla “Maker Faire Rome 2013”, vanno dalle più potenti e costose alle più maneggevoli e low cost. Queste tecnologie di stampa in 3D sono probabilmente un vero salto di qualità per i Makers, grazie ad esse infatti l’autoproduzione non è mai stata tanto semplice e diretta.

Stampa 3D

L’evento caratterizzato da numerosissimi workshop ha proposto a  tutti gli interessati ottimi spunti e nuove idee.
Si può quindi ritenere un
grande successo nella
città di Roma e ciò fa dunque sperare che le nuove invenzioni, innovazioni e creazioni del futuro possano più che mai essere Made in Italy.

Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti: cliccando su CHIUDI o proseguendo nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookies.   Informativa. CHIUDI